Il PD e il fallimento comunicativo

“Conosci Faruk?”, “Conosci Eva?”, “Conosci Luciano?”. E’ questo il claim dell’ultima campagna (pre-campagna) di tesseramento 2012 del Partito Democratico.

Il tentativo è evidentemente quello di creare attesa, interesse, curiosità in quanto sui manifesti di questa pre-campagna di comunicazione non c’è alcun simbolo di partito, nessun riferimento al tesseramento, ma solo il logo di Facebook con accanto scritto “cercala(o) su http://www.facebook.it/imiei” (dimenticando forse che l’indirizzo facebook è .com e non .it, ma in questo caso sono stati salvati dal redirect).
Si credeva davvero che un manifesto colorato, di sicuro impatto visivo avrebbe portato l’osservatore a precipitarsi sulla pagina facebook e cliccare sul tanto agognato “Mi piace”?
Forse questa è una prova della difficoltà di sintesi tra offline e online. Il ruolo delle pagine di facebook è proprio quello di essere il luogo sociale che persone realmente interessate frequentano contribuendo con feedback positivi o negativi.
Vado su una pagina perché già conosco quel marchio, quel partito, quella persona; mi piace e voglio seguirla perché voglio ricevere aggiornamenti sull’attività svolta. Non si fa un “mi piace” su una pagina suggeritami da un manifesto senza alcun riferimento sulla natura del contenuto.
Avere un link anonimo, senza nessun riferimento all’oggetto e al soggetto della pagina (della campagna quantomeno) ha prodotto un prevedibile flop. A distanza di circa 15 giorni la pagina ha raggiunto, ad oggi, 2.700 mi piace. Un po’ pochino se si pensa che Roma è stata tappezzata da questi manifesti (anche in modo abusivo) in maniera massiccia e che la vicenda delle affissioni abusive ha scatenato numerose reazioni di cittadini e partiti politici dando eco (negativa) alla campagna.
Paradossalmente, di efficacia disarmante sono i manifesti satirici di Quink che riescono a dare un messaggio diretto, comprensibile a tutti, comunicativamente immediato, manifesti che potrebbero essere presi in prestito dalla destra per smontare un partito, in questo caso il PD, senza alcuno sforzo.

Non ho ricette per il Partito Democratico, sicuramente i numerosi fallimenti delle ultime campagne comunicative devono far riflettere l’entourage democratico sull’opportunità di cambiare agenzia di comunicazione. Un nuovo staff che sia però preparato anche alle dinamiche Social.
Come concludere? Sicuramente con le parole di Gianluca Giansante che nel suo “Le parole sono importanti” edito da Carocci scrive “se una buona comunicazione non assicura il successo, una cattiva comunicazione di certo garantisce il fallimento”.

Voi cosa ne pensate di questa campagna?

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Il PD e il fallimento comunicativo

  1. Per comunicare efficacemente occorre avere qualcosa da dire. Probabilmente il pd ha negli ultimi anni comunicato confusione.

  2. antonio memmi in ha detto:

    il PD non potrà mai decollare sino a quando si ostinerà a voler avere una doppia anima, sino a quando cioè non avrà il coraggio di prendere posizione su argomenti importanti ed ovviamente “delicati”;

    prendendo posizione potrebbe “forse” perdere qualche consenso, rimanendo in questo limbo perderà “sicuramente” consensi.

  3. chungfeiwu in ha detto:

    Ricordo che mi incuriosivano questi manifesti e pensavo si trattassero di personaggi di qualche commedia italiana 😀
    Poi però la curiosità scemava lì, un po’ perchè dovevo ricordarmi l’URL un po’ perchè evidentemente non ero abbastanza “scimmiato” dal voler sapere di cosa si trattava.

    Penso che un QR code sarebbe stato utile, la connessione dati sullo smartphone o il tablet ce l’hanno quasi tutti quelli che usano regolarmente Facebook.

  4. Credo che il problema principale sia quello di aver pensato una campagna politica come fosse la campagna del lancio di un nuovo Brand!

    Il QRcode avrebbe forse aiutato un pochino ma anche lì ci sono forti dubbi sull’utilità. Bisognerebbe fermarsi a fare la foto, in pochi hanno questa dedizione allo “scoprire”. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: